I° Trofeo CO.DI.SA.

Operazione Fenice

I° Trofeo CO.DI.SA.

Data: 22 Novembre 2009

Luogo: Azienda Turistico Ricettiva Castellano

Via: C.da Castellano s.n.

Cap: 95032

Località: Belpasso  -CT-

[37°35’10.58”N 14°58’38.81”E 519m Elev.

 

Squadre Organizzatrici: A.S.D. Fenix Recon Squad/A.S.D. Etna Vipers Soft Air

Tipologia : Gara a pattuglia

Team: Max 8 operatori

Modalità: 6h

In collaborazione con:

 

 

 

Staff Arbitrale Grifoni

 

ù

 

Azienda Turistico Ricettiva Castellano

 

 

 

 

 

 

 

U.S. Naval Air Station Sigonella (NAS1)

Sigonella lì 21/11/2009

 

 

 

Object: Rapporto 09/11/2009

 

-Controllo e monitoraggio del suolo assegnato alla giurisdizioni ONU;

-Controllo e repressione unità o cellule terroristiche.

 

 

 

Comunicato di priorità “Alpha.

 

A seguito dell’acquisizione di immagini aeree da parte dei nostri velivoli U-2 nel territorio di Belpasso (Ct) [37°35’10.58”N 14°58’38.81”E 519m Elev. ] siamo venuti a conoscenza della presenza di alcune installazioni non censite, dall’aspetto prettamente militare.

I fatti a nostra conoscenza tuttavia scarseggiano di prove tangibili di una reale minaccia, di conseguenza queste informazioni restano supposizioni.

Con la presente si porta a conoscenza dell’immediato invio di un nostro contingente di terra per la perlustrazione del territorio sopra indicato. Ribadiamo nuovamente che il seguente rapporto è da ritenersi di priorità “ALPHA”.

Attendiamo Vostra risposta.

 

 

Cpt.  Thomas  J.  King

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ANTEFATTO

 

15 Novembre 2009, ci troviamo ai piedi del vulcano Etna, in Sicilia, la terra che separa l’Europa dal continente africano e dove vi è ospitata una delle più importanti basi U.S. in Europa.

Un ricognitore U-2, decollato dalla base U.S. di Sigonella, perlustrando il  territorio durante un volo ricognitivo,  individua un centro di attività e installazioni sospette; da appostamenti notturni via terra da parte di gruppi speciali delle forze armate italiane si è appreso che si tratta di una reale minaccia, una fervida attività di fabbricazione e sperimentazione di ordigni bellici di media e alta potenza sta procedendo indisturbata,  sicuramente il passo successivo sarà il testaggio.Quale altro posto sarebbe più adatto a provare gli effetti devastanti di un’esplosione atomica se non il paese che 24 anni prima aveva processato ed imprigionato i 4 militanti OLP colpevoli del  sequestro della nave Achille Lauro?                                                                                                                                                                Tempo addietro i servizi segreti italiani, con un comunicato dal distaccamento di Tunisi  informavano che si sospettava il risveglio di un’attività addestrativa/reclutativa  da parte di una cellula OLP ( fazione dell’imperialismo sionista ) apparentemente inattiva dall’ottobre 1985, anno dell’incidente diplomatico di Sigonella*, operante proprio nel territorio catanese con l’appoggio della malavita locale.

Numerosi sono inoltre i visti turistici timbrati in questi ultimi mesi proprio dall’ Aeroporto Internazionale Fontanarossa di Catania a cittadini tunisini, i quali a loro volta, lasciano in patria, su conti bancari intestati alle loro famiglie, ingenti somme di denaro di dubbia provenienza proprio in concomitanza alla loro partenza. Si presume quindi che le persone infiltrate nel territorio italiano siano militanti dell’ OLP, i quali hanno fatto perdere le  proprie tracce, subito dopo il loro sbarco.

Le forze USA infiltrate in avan scoperta sul territorio interessato da tali attività sospette si sono trovate impedite dal procedere alle operazioni di neutralizzazione delle minacce, in quanto i disturbatori satellitari, installati proprio nella zona interessata,  non permettono di poter utilizzare alcun dispositivo che si serva di tale tecnologia, isolandole dal GQ e impedendone quindi l’orientamento e il coordinamento: per questo la priorità per poter iniziare la missione sarà quella di disattivare tale congegno al fine di poter utilizzare la cartografia e i dati forniti dai ricognitori aerei per la neutralizzazione di tutti gli OBJ.

Nel contempo, in aiuto alle  forze americane presenti sul campo, vengono inviati dei piccoli contingenti di rinforzo da parte delle nazioni amiche.

 

 

 

 

 

 

FASE RECON

La vostra pattuglia verrà infiltrata alle ore 7;00 del 22/11/2009, una volta partiti il vostro cartografo verrà prelevato tramite mezzo blindato per raggiungere il nostro informatore all’interno della zona nemica.

Una volta recuperate le informazioni necessarie il vostro cartografo dovrà mettersi in contatto con il resto della pattuglia per far entrare la stessa in operatività all’interno della zona nemica.

La fase recon prevede la ricognizione di diversi obj con l’acquisizione di informazioni da inserire nell’apposito modulo fornito dall’organizzazione.

Gli obj saranno presidiati dalle forze nemiche ed essendo una recon diurna sarà molto importante per il vostro team non farsi ingaggiare per non avere punti negativi.( In questa fase gli operatori di difesa  sugli obj si comporteranno come una pattuglia di contro.)

SIT REP/DROP ZONE

Dalle ore 10 alle ore 10,30 due elementi del vostro team, dovranno recarsi al Q.G. per consegnare tutte le info acquisite durante la fase recon. Il resto del vostro team dovrà rimanere in occultamento all’interno dell’ area di gioco.

Dalle 10;30 in poi, scaglionati ogni 5 minuti e seguendo l’ordine di arrivo al Sit Rep i due operatori potranno rientrare sull’area di gioco per ricongiungersi con il proprio team.

La mancata presentazione al SIT REP entro l’orario prestabilito comporterà l’annullamento di tutti i punteggi positivi acquisiti durante la fase Recon.

FASE D’ATTACCO

Dalle 10;30 alle ore 13;00 i team procederanno agli attacchi degli obj secondo le classiche modalità con richiesta della finestra d’ingaggio.

Una volta aperta la finestra d’ingaggio avrete 15 minuti per conquistare l’obj. L’obj verrà considerato conquistato con l’eliminazione di tutti gli operatori di difesa.

All’interno di qualche obj potrà essere inserita una prova speciale, come il recupero di informazioni o ulteriori coordinate di W.P. funzionali allo svolgimento del gioco.

ESFILTRAZIONE

L’esfiltrazione dell’intero team dovrà avvenire entro le ore 13;00, la mancata esfiltrazione entro il tempo massimo comporterà una penalità di -50 punti per ogni minuto di ritardo. In ogni caso dopo le ore 13;30 l’organizzazione riterrà chiusa la gara.

 

 

INFORMAZIONI ORGANIZZATIVE

 

Equipaggiamento richiesto:

Radio LPD/PMR

Kit pronto soccorso

GPS

Alimenti ed acqua sufficienti per tutta la durata della missione

Macchina fotografica digitale

Materiale per scrivere gli appunti

Binocolo

 

E’ assolutamente vietato l’uso di:

Fumogeni

Materiale esplodente di qualsiasi tipo

Materiale infiammabile

Armi da punta e da taglio

 

Inoltre è assolutamente vietato accendere fuochi manomettere o distruggere strutture presenti sul territorio, arrecare fastidio ad animali, sporcare e lasciare spazzatura di qualsiasi genere.

Contatti:

ASD Etna Vipers Soft Air, Via Perugia, 3  Mascalucia  -CT-  www.etnavipers.net

ASD Fenix Recon Squad, Via Salvatore Quasimodo, 51 Belpasso  -CT-   www.fenixreconsquad.com

Angelo Montagna 3471809633 CLOAKING

Angelo Andrea Caruso 3464729715             CLOAKING

Canali Radio:

PMR 8 Direzione Gara

PMR 1 Staff Arbitrale

PMR 2 Staff Arbitrale

PMR 3 Staff Arbitrale

PMR 4 Staff Arbitrale

PMR 5 Operatori Difesa

PMR 6 Operatori Difesa

PMR 7 Operatori Difesa

PROGRAMMA

Giorno 21/11/2009

Ore 16;00 Arrivo Squadre

Ore 17;00 Registrazione Partecipanti e testaggio ASG (Obbligatorio documento d’identità)

Ore 18;00 Breafing

 

Giorno 22/11/2009

Ore 5;00   Sveglia e prima colazione

Ore 6;00   Registrazione ultimi  Partecipanti

Ore 7;00   Infiltrazione

Ore 13;00 Esfiltrazione

Ore 14;00 Pranzo (Pranzo completo presso il ristorante dell’agriturismo)

Ore 16;00 Premiazione

 

Come raggiungerci

Il torneo si svolgerà presso la struttura turistico ricettiva "Il Castellano"  in C/da Castellano a Belpasso (CT). Da Messina:

Percorrere tutta la A18, continuando per la Tangenziale Ovest, proseguire fino allo svincolo di Misterbianco, continuare per Misterbianco e immettersi sulla SS121 Catania-Paternò, uscire a Piano Tavola e seguire le indicazioni per Belpasso. Giunti in paese proseguire sempre dritto per percorrere tutta la Via Roma. Alla fine della via Roma svoltare a sinistra per via diciannovesima traversa e proseguire sempre in direzione S.M. di Licodia, svoltare a sinistra per via F.di Svevia e poi a destra per Via Cairoli e proseguire per circa 1500m.